Sports

“Vogliamo regalare sorrisi. Sogno una cena con Immobile, campione vecchio stampo”


Cesare (Momo&Kika): "Vogliamo regalare sorrisi. Sogno una cena con Immobile, campione vecchio stampo"

Un’avventura iniziata circa un anno e mezzo fa e che adesso ha portato a grandi risultati e numeri. Momo&Kika stanno spopolando sul web con i loro video divertenti sulla vita di coppia. Tra discussioni sulle vacanze e piccole incomprensioni nella vita quotidiana, Cesare del Mirani, romano classe 1992 e grande tifoso della Lazio, e la sua dolce metà Carmen stanno contribuendo a strappare un sorriso alle persone in un periodo storico non proprio felicissimo. In molti si sono accorti del loro grande talento, anche qualche personaggio famoso. Uno su tutti Ciro Immobile che, divertito dagli sketch, ha iniziato a seguire sui social una delle coppie più divertenti del momento. E’ nato così una sorta di rapporto social tra i due e il capitano biancoceleste che si scambiano messaggi e like nella speranza un giorno di potersi incontrare di persona. Cesare, in arte Momo, ha raccontato ai nostri microfoni come è iniziata questa strana amicizia a distanza: “È nato tutto un po’ per caso. Abbiamo aperto ‘Momo e Kika’ da circa un anno e mezzo. Qualche nostro video è capitato a Ciro che ci ha lasciato like e commenti. Un giorno ci siamo accorti che ci stava addirittura seguendo. Poi è iniziato questo rapporto social in cui io condivido storie su Immobile e lui ci re-posta sempre in maniera molto gentile. Non c’è un vero e proprio rapporto personale, ma per me che sono tifoso della Lazio da quando sono bambino è un sogno che si realizza. È bello che ti segue il capitano, miglior marcatore, nonché giocatore più rappresentativo.”.

Immagino sia anche la tua punta di diamante al Fantacalcio…

“Assolutamente sì. Pagato 750 crediti su 1500, praticamente la metà del budget”.

Progetti e obiettivi di ‘Momo e Kika’?

“Ci siamo prefissati l’obiettivo di portare un sorriso alle persone soprattutto in un periodo così particolare. Abbiamo iniziato nel bel mezzo della pandemia. Ci sono sempre meno stimoli nel mondo per continuare a ridere. La nostra missione di portare un sorriso è sempre valida. Sogniamo un giorno di arrivare al cinema o in tv, ma il nostro obiettivo primario è di portare felicità alle persone”.

Quanto ti piacerebbe andare oltre il semplice rapporto social con Immobile?

Chi non sogna di andare oltre a un rapporto social con un personaggio come Ciro? Glielo scrivo e glielo dico sempre: ‘l’obiettivo è andare a cena’. Però capisco anche che sia sommerso da impegni, allenamenti, partite. Vivono una vita in bolla e giustamente il poco tempo che gli rimane lo dedicano alla famiglia. Il sogno della cena insieme continuerà a vivere per sempre”.

Immobile e la Nazionale…

“È un elemento centrale per la Nazionale. L’attaccante non è sempre l’uomo che si prende i meriti per i gol, ma anche quello che fa il gioco sporco, che fa salire la squadra e che prende le botte. Ciro ha fatto un Europeo straordinario ed è un punto fermo della Nazionale per quello che mostra in campo e per quello che fa dal punto di vista rappresentativo. È uno dei pochi calciatori in Italia di cui non si sente mai una chiacchiera, mai un pettegolezzo. È un calciatore vecchio stampo”.

Chi metteresti vicino al lui nel tridente azzurro?

“Sicuramente Insigne perché insieme formano un ottimo tandem. Ci ho sperato che Lotito ci facesse un mezzo regalo anche se era davvero difficile. Con una situazione così particolare tra Lorenzo e Napoli ci avremmo potuto provare di più. L’assenza di Chiesa pesa tanto, ma mi fido molto di Mancini”.

Domenica c’è una partita discretamente importante…

“Non so che partita ci sia domenica, non ne ho idea (ride, ndr). Tornerò a parlare di calcio lunedì…”.

Dove può arrivare la Lazio sotto la gestione Sarri?

“L’arrivo di Sarri è stato uno dei momenti di gioia più grande negli ultimi anni di Lazio. L’ho atteso tutta l’estate e quando è arrivato è stato come un parto trigemellare. È stata una grande soddisfazione perché reputo il mister uno dei più forti in Italia e in Europa. Senza competizioni la Lazio è cambiata totalmente, il tecnico ha più tempo per lavorare con i giocatori m rimango dell’idea che la società debba accontentarlo nelle sue richieste. Ha una sua idea di calcio che deve essere rispettata e condivisa. Sono molto fiducioso, potremmo toglierci grandi soddisfazioni”.

Speriamo che Immobile regali ai tifosi un’altra domenica da sogno…

“La speranza è che Ciro torni a essere il re dei bomber anche quest’anno. I numeri parlano chiaro e c’è anche un Fantacalcio da vincere”.




Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close