Sports

Storie di diversity: i nostri consigli di lettura per l’estate



Diversity a colori: romanzi, racconti e storie vere per imparare ad accettarci come siamo

Iniziamo con Cathy La Torre, avvocata delle cause più difficili, che in Ci sono cose più importanti disegna la mappa di un viaggio nei diritti che non possono più attendere.

Laura Marzi ci presenta i ragazzi che non fanno l’ora di religione – bengalesi, egiziani, italiani, cinesi – e la protagonista di questa storia che insegna loro una materia che si definisce a partire dal suo contrario, che ai consigli di classe non conta nulla, che non ha programmi: La materia alternativa.

Abbraccia i tuoi colori! di Murielattivista LGBTQ+ e rappresentante body positive, paladina di chi non riesce a far sentire la propria voce. Il libro contiene favole inclusive da leggere per sentirsi privi di pregiudizi.

Sulla stessa lunghezza d’onda è Loveless della scrittrice inglese Alice Oseman, un romanzo che racconta l’accettazione della propria identità asessuale e aromantica.

Anche Luca Zanforlin, con il suo Diversity Hotel, ci indica che la diversity non ha nulla a che vedere con il colore della pelle o con l’orientamento sessuale, ma solo con il nostro modo di “ascoltare” la vita.

Chiara Meloni e Mara Mibelli, paladine del movimento Belle di faccia, inneggiano, invece, alla body positivity, spiegandoci come superare la grassofobia fuori e dentro di noi.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.

close