Sports

“Puntiamo sulla Coppa Italia, con la Lazio sarà una battaglia”


La Fiorentina Women torna a Formello. Dopo la partita di settembre vinta al ‘Fersini‘, le viola affronteranno nuovamente la Lazio Women in trasferta, questa volta per l’ultima giornata della fase a gironi di Coppa Italia. Ai microfoni del canale ufficiale della società, l’attaccante Melania Martinovic ha presentato la partita dicendo cosa si aspetta dalle biancocelesti: “La vittoria in campionato contro il Verona ha dato molto morale alla Lazio, poi subito dopo il derby, io che sono di Roma so che cosa vuol dire giocare quel tipo di derby, e hanno perso alla fine 3-2 disputando un’ottima gara. Per cui penso che sarà un’altra squadra, molto più consapevole dei propri mezzi rispetto all’inizio del campionato. Sono certa del fatto che sarà una battaglia, dovremmo impegnarci al massimo perché alla fine vogliamo far bene in Coppa Italia“. 


OBIETTIVI STAGIONALI – Fino ad oggi il campionato non sta rispecchiando quelli che erano i nostri obiettivi o quello che avremmo sperato fossero. Continueremo a lavorare per cercare di migliorare la situazione in classifica che, per quanto mi riguarda, penso che non rispecchi le nostre qualità. Sicuramente la Coppa Italia è una vetrina importante, è un trofeo ambito e vogliamo fare la nostra bella figura. Puntiamo molto su questo trofeo“.


GOL –Spero arrivi il prima possibile. Per un attaccante il gol è il pane quotidiano. Sto cercando di lavorare bene, mi trovo bene con la squadra, mi sento a mio agio. Devo dire che da questo punto di vista non ci sono assolutamente problemi. Spero tanto di segnare già domenica“. 


RUBARE CON GLI OCCHI –Sia Lundin che Sabatino sono due grandi giocatrici con caratteristiche diverse. Per quello che penso io Sabatino è sempre stata l’attaccante da prendere in cosiderazione, posso imparare tanto da lei: ha tempi di gioco, sa sempre dove cascherà il pallone e non penso sia fortuna. Negli anni ha acquisito tanta consapevolezza sia dei propri mezzi che della posizione del corpo rispetto al campo. Lundin invece protegge molto bene il pallone, ha il fiuto del gol e anche a lei cerco di rubare il più possibile“.


CRESCITA PERSONALE –Come penso ogni giocatrice, vorrei giocare il più possibile. Sapevo che arrivare in un grande club m’avrebbe messo in questo tipo di condizione e la competizione non mi ha mai spaventata, l’ho sempre vista come una cosa stimolante che ti aiuta a fare qualcosa in più. La Melania che vorrei vedere a fine campionato è senz’altro diversa, che ha sfruttato questo primo anno qui alla Fiorentina cercando di migliorare sempre di più, di sacrificarsi e di lavorare con dedizione e spirito di sacrificio per migliorare ogni giorno di più“.  




Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.