Sports

“Napoli carente, troppi giocatori ondivaghi”


 Lo scrittore Maurizio de Giovanni è intervenuto a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“In un campionato dai livelli più bassi della storia del calcio italiano – e lo dimostra anche la quota per non retrocedere, con squadre che sembravano spacciate che hanno recuperato ed altre che sembravano sicure hanno avuto un crollo – che il Napoli abbia solo i punti che merita. Spalletti ha la quota punti che a Gattuso non bastò per entrare in Champions ed a lui invece addirittura consente di blindare il terzo posto, derivante dal contemporaneo suicidio di Juventus ed Atalanta.

Il Napoli ha avuto più volte la possibilità di vincere, ma è una squadra carente: presi dalla voglia di vincere, ci si è dimenticati che questa non è una squadra forte, perché in rosa ci sono giocatori ondivaghi e penso a Zielinski, Fabian, Anguissa, lo stesso Koulibaly. Osimhen, da tutti acclamato come il grande bomber non segna come dovrebbe, non ha continuità, avrebbe bisogno di essere servito  meglio ed in un certo modo e, soprattutto, ha bisogno anche di un partner.

Mertens è diventato imprescindibile, nonostante i 35 anni, così come servivano tutti i giocatori ai massimi livelli, invece molti hanno reso ben al di sotto delle aspettative. In un campionato di 38 giornate, comunque, alla fine occupi il posto che meriti.  E quando Mertens dice che le altre non sono più forti, non è che sia così d’accordo con lui. In realtà Spalletti dice il giusto: se siamo più forti degli altri, perché siamo finiti dietro? Qual è il punto? Anche perché, se Dries avesse ragione sarebbe gravissimo: in quel caso, qualcuno dovrebbe dirci quale componente è venuta meno tra società, squadra e allenatore…”.




Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.