Sports

Il Napoli sarebbe disposto a rimetterci per Manolas?


Le aspettative, le speranze, erano altre. Al momento del suo acquisto, tra Montecarlo e a Naxos, l’idea che il Napoli avesse costruito una delle difese più atletiche e forti degli ultimi anni in Serie A era concreta: al fianco di Kalidou Koulibaly si sarebbe piazzato Kostas Manolas. Bella storia, ma solamente di facciata.

Manolas non è mai stato un calciatore fisicamente tosto, uno di quelli che non salta una partita. Anzi, nel primo anno a Napoli ha saltato per infortunio otto match su 51 (e otto panchine). Siamo al 31,3% di partite saltate; lo scorso anno, otto match per infortunio e nove panchine su 52 (17 totali, 32,6% di assenze). Con Spalletti una disattenzione contro la Juventus ha messo la parola fine, sostanzialmente, alla sua titolarità: sette presenze, cinque da titolare, su 23 partite in tutto. Nove saltate per infortunio. Su 125 partite totali, 76 presenze: a malapena si raggiunge il 60%, un po’ poco per il difensore più costoso della storia del Napoli.

I 36 milioni di euro pagati alla Roma – dei quali 21 subito rientrati con Diawara, ma i due affari furono separati anche per questioni di bilancio -, non hanno reso per ciò che ci si aspettava. Tra una voglia mai espletata apertamente di tornare in Grecia ed un viaggio per motivi personali (che il Napoli ha ufficializzato solo dopo il polverone alzatosi a Capodichino), con la squadra in crisi di uomini nel suo reparto, la storia di Kostas Manolas con il Napoli sembra avere tutti i crismi di quei rapporti destinati a terminare con il sacrificio di una delle due parti.

In questo caso, è il Napoli e più precisamente l’idea economica del presidente De Laurentiis: sarebbe disposto a rimetterci pur di cedere Kostas Manolas, liberandosi al tempo stesso del suo lauto ingaggio, e a sostituirlo già anticipatamente a gennaio? A bilancio, dopo due anni, il Napoli ha già ammortizzato il 70% del suo cartellino, ovvero 25,2 milioni dei 36 spesi il 30 giugno 2019. Il valore a bilancio attualmente è di 10,8 milioni di euro: sono cifre che il suo agente Mino Raiola sarà in grado di portare a gennaio, da quell’Olympiakos a cui è molto vicino? O il Napoli dovrà accettare di mettere a bilancio una minusvalenza pur di liberarsi di un corpo apparentemente estraneo alla squadra, dotato di contratto fino al 2024? I 15 milioni di compenso per l’intermediazione nell’affare Lozano valgono bene un ‘aiuto’ da fornire a Napoli per cedere Manolas. E con lui l’idea, mai realizzata in pieno, di avere avuto a disposizione due centrali fisici ed atletici.




Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.