Sports

Ferracuti e Marrozzini attraverso l’Amazzonia


Questo libro è un viaggio avventuroso di conoscenza nel cuore di tenebra dell’Amazzonia più segreta a bordo del battello Amalassunta lungo il Rio Negro, da Manaus fino in Colombia, che incrocia in flash back altri viaggi picareschi in diverse zone del Brasile, Venezuela, Bolivia, Perù, per raccontare la condizione dei popoli indigeni minacciati e le loro culture originarie a rischio di estinzione.

Viaggi estremi che ho fatto negli ultimi sei anni insieme al fotografo Giovanni Marrozzini su battelli, barche veloci, piccoli piper traballanti, in sella a motociclette o su automobili, persino a bordo di un Antonov II, un biplano usato dai russi durante la Seconda guerra mondiale in volo sui cieli venezuelani.

Alcune delle storie di questo libro sono quella di una radio comunitaria, la radio che tiene in vita l’idioma e la cultura del popolo Kukama, i guardiani Gujajajara che difendono le proprie terre con le armi disarmando coraggiosamente i taglialegna abusivi, il roccioso popolo Yanomami che lotta contro le invasioni dei cercatori d’oro con a capo Davi Kopenawa, sciamano e guida politica, gli ultimi seringueros compagni di lotte del leader sindacale Chico Mendes e la loro idea di riserva estrattiva e agricoltura naturale, la scuola Tekove Katu del popolo Guaranì, storie di resistenza di quelli che sono i veri custodi della biodiversità e della Foresta Amazzonica, vicende di coraggio e fierezza, ma anche di sommersi e salvati, di vitalismo ancestrale e di morte, un etnocidio infinito basato su una secolare idea di supremazia etnica.

Storie di popoli inermi che difendono la natura dalle invasioni barbariche di politici criminali come Jair Bolsonaro, cinici fazendeiros dell’agrobusiness, multinazionali spietate, e con la terra difendono la propria lingua, le culture originarie, la loro idea di mondo e di cosmo, molto diverse da quella dell’occidente capitalista, globalizzato, che chiamano “il popolo delle merci”.

Intorno alla vita che scorre, la bellezza struggente di una natura arcaica e il suo mondo incantato di uomini, vegetazione e animali, quel mondo che abbiamo il dovere di difendere e raccontare prima che la devastazione continui, prima che sia troppo tardi.



Source link

Leave a Reply

Your email address will not be published.